Giovanni Guidi Trio
City Of Broken Dreams

album cover: City Of Broken Dreams

08.03.13

ECM Records

Featured Artists

  • Giovanni Guidi
    • Piano
  • FRANCESCO BEARZATTI
    • Sax tenore
  • ROBERTO CECCHETTO
    • Chitarra
  • THOMAS MORGAN
    • Basso
  • JOÃO LOBO
    • Batteria
    • Test
album cover: City Of Broken Dreams

Ascolta


Tracklist

  1. 1 City of Broken Dreams
    ( Giovanni Guidi )
    07:17
  2. 2 Leonie
    ( GIOVANNI GUIDI )
    03:51
  3. 3 Just One More Time
    ( Giovanni Guidi )
    04:13
  4. 4 The Forbidden Zone
    ( Giovanni Guidi )
    03:39
  5. 5 No Other Possibility
    ( Giovanni Guidi )
    06:25
  6. 6 The Way Some People Live
    ( Giovanni Guidi )
    06:06
  7. 7 The Impossible Divorce
    ( Giovanni Guidi )
    03:35
  8. 8 Late Blue
    ( Giovanni Guidi )
    06:16
  9. 9 Ocean View
    ( Giovanni Guidi )
    03:28
  10. 10 City Of Broken Dreams, Var.
    ( Giovanni Guidi )
    07:11

Credits

STUDIO DI REGISTRAZIONE
AUDITORIO RADIOTELEVISIONE SVIZZERA, LUGANO

ENGINEER
STEFANO AMERIO

COVER PAINTING
AKIKO KITAMI

LINER PHOTOS
PAOLO SORIANI

DESIGN
SASCHA KLEIS

PRODUCED BY
MANFRED EICHER


I dieci brani sono tutti di Giovanni Guidi, che si muove in un clima chiaroscurale dove l’alternanza suono/silenzio è nitida voce di un’emozione, di un pathos sincero, di una riflessione che non naviga mai in superficie ma attraversa le cose. Un suono chiaro, raffinato sia quando è intimo sussurro sia quando è voce rotta, singhiozzo, a sottolineare melodie brevi eppure cantabili, ballad che compongono una storia la cui lettura è libera, lasciata all’udito dell’ascoltatore. Nessuna ridondanza narrativa, nessun virtuosismo esibizionista, nessuna emulazione. Musica in cui non possiamo non identificarci per empatia...
(Paola Parri, Piano Solo)

Questo è un incantevole album in trio di Guidi, il 28enne di Foligno (Italia), da molti presentato come uno dei migliori esordienti al mondo del piano jazz – alla sua prima data ECM come leader. [...] Il tocco di Guidi è sottile e il suo suono risuona; invita costantemente Morgan a riflettere sul più breve dei frammenti di pianoforte [...] Ma anche questo è un set dinamico e accessibile, con brani che ricordano le prime interpretazioni di Paul Bley dei temi di Carla Bley, ballate di valzer invitanti come le canzoni d'amore di Jacques Brel, melodie gelide e delicate che si susseguono in sinistre marce. Questo potrebbe essere un altro trio di pianoforti jazz unplugged, ma questo va dritto ai primi posti.
(John Fordham, The Guardian)

Fino ad ora, Guidi è stato un enfant terrible del pianoforte, facendo esplodere Ornette Coleman e Radiohead in frammenti frastagliati, fracassando i tasti con i palmi delle mani in capricci selvaggi. Nel suo nuovo album si è rivolto verso l'interno. Novi brani originali sono offerti come una fusione di rune. Guidi segue le maree dell'umore. [...] Sarebbe difficile non evidenziare l'importanza del bassista Thomas Morgan per la poesia e la potenza di questo album. Non fa mai assoli e non smette mai di fare assoli. Le sue linee intricate e ossessionanti sono una seconda prospettiva continua e rivelatrice sulla verità sfuggente che Guidi cerca..
(Thomas Conrad, Stereophile)

C'è ancora chi si riferisce al jazz europeo con un sogghigno, termine infetto da connotazioni di musica non sufficientemente afroamericana. [...]  Entra una nuova voce coraggiosa al pianoforte: il giovane italiano Giovanni Guidi, un protetto del brillante trombettista Enrico Rava. Ha scritto 12 pezzi per i quali la parola "composizioni" sembra troppo spigolosa. Sono più simili a sogni sonori messi in scena dal suo pianoforte, dal basso di Thomas Morgan e dalla batteria del portoghese Joao Lobo. Guidi è un minimalista a cui piace semplicemente disegnare i suoi pezzi al pianoforte e lasciare gran parte della colorazione a Morgan. Il vasto lavoro del bassista con il compianto Paul Motian gli ha lasciato in eredità un istinto quasi impareggiabile nel lasciare lo spazio. Questa capacità di fraseggio inaspettato ma significativo è l'ideale per il materiale di Guidi, e la pura massa sonora del suo basso fonda la fragilità e le figure svolazzanti delle canzoni. Lobo, intanto, non fa tanto il colore quanto l'ombra, il suo sparuto drumming fa da ombra alle note “mostruose” di Morgan  ea quelle più delicate di Guidi.
(John Shand, The Sydney Morning Herald)


Condividi questa pagina

Torna alla pagina Discografia

^
Torna su

The European Music Agency

Via P.Oss Mazzurana n°5
Trento
[email protected]
Andrea Scaccia: + 39 339 2980936
Enrico Iubatti: + 39 347 5744516

Official Booking Agent
for France

Marion Piras INCLINAISONS
109 rue Gambetta - F33200 Bordeaux
+33 (0)535 38 27 86
+33 (06) 08 42 13 88
[email protected]
www.inclinaisons.com
www.facebook.com/Inclinaisons

Official Booking Agent
for Germany

Uli Fild - Concertbüro
Pestalozzistraße 28
42579 Heiligenhaus Germany
+49(0) 20548 6517
[email protected]
www.fild.de

Official Booking Agent

for Japan / Asia / Middle Est
Claudio Angeli - New Age Productions
+39 349 2416738
[email protected]
www.newageproductions.it

 

Da capire quale form/provider usano per la newsletter

Legend